Famiglia  |  Tenute  |  Vini  | 

Territorio / Tenute

Storie di Sardegna, di Terroir, di Cultura e della Famiglia Pala

Raccontare la storia della Famiglia Pala significa raccontare la storia del vino in Sardegna, della sua natura selvaggia, della sua storia millenaria, dei suoi vitigni, di popoli costruttori di torri e di giganti, di vitigni e di conquiste..

La Sardegna è un isola antica, lo sono i suoi vitigni, lo sono le sue genti. Non è solo un modo di dire, ma la Sardegna è davvero una delle più antiche terre emerse del Mediterraneo… geologicamente appartiene al massiccio francese, il resto della penisola Italiana appartiene al blocco africano…. Erastotene la descriveva come l’isola più grande del mondo, è l’impressione che si ha a circumnavigarla per quanto sono frastagliate le sue coste. Eppure la Sardegna è davvero un micro continente. Una terra dove il punto più distante dal mare è di soli ottanta chilometri, vi è una concentrazione incredibile di paesaggi e una natura tutta sua. Dalle Montagne innevate al più lungo Canyon d’Europa all’unico deserto del continente fino alle pianure fertili e alle colline calcaree affacciate sul mare come quelle dove insistono i vigneti Pala.

Le Tenute

Sono otto le tenute di Pala, vicine alla nostra sede o lontane, non importa, i territori e le esposizioni migliori si adattano ai diversi tipi di vitigni. Da Serdiana a Ussana, con terreni calcareo marnosi, fino ai quarzi di Senorbì, alle sabbie bianchissime di Uras, Terralba e San Nicolò d’Arcidano nell’Oristanese.

Le Nostre TenuteIs Crabilis

Is Crabilis è il nome di una collina calcareo-sabbiosa interamente coperta da viti. Il toponimo, tradotto dalla lingua sarda indica che, in passato, forse vi era un ovile per capre, anche se probabilmente in antichità, nel neolitico, è stata sede di un villaggio. Ne sono testimonianza alcuni utensili che sono stati ritrovati sulla sommità. I terreni argilloso calcarei della sua base diventano via via più sciolti verso la sommità e presentano degli strati di rocce calcaree già ad appena un metro. Dalla sua sommità, a circa 250 metri s.l.m. si domina tutta la vallata e si ha una straordinaria vista dei Sette Fratelli. I picchi più alti del sud Sardegna. In questa tenuta, la più estesa dell’azienda trovano dimora viti quarantenni di Carignano, Vermentino, Malvasia Sarda, Monica, Cannonau e Nuragus.

Altitudine
250 metri s.l.m.
Uve
Carignano, Vermentino, Malvasia Sarda, Monica, Cannonau, Nuragus

Le Nostre TenuteTanca S'Arai

In antichità le Tanche erano grossi appezzamenti di terra recintati dove veniva praticato l’allevamento del bestiame oltre che l’agricoltura. Il segno di quest’ultima sta nel toponimo S’Arai, in sardo, significa l’aratro.

E’ un appezzamento di quasi quindici ettari a circa due chilometri dalla cantina, nel comune di Serdiana. Una collina a 220 metri sul mare. L’esposizione perfettamente a sud e i terreni sono di natura argillosa sulla base e calcarea sulla sommità. Qui, a parte le uve che danno origine all’omonimo Cru aziendale (Cannonau, Carignano e Bovale), trova dimora il più antico vigneto di Nuragus dell’azienda.

Altitudine
220 metri s.l.m.
Uve
Cannonau, Carignano, Bovale

Le Nostre TenuteCosta Is Arangius

Questa vigna, non distante dalla chiesa romanica di Santa Maria di Sibiola, presenta un terreno di calcare bianchissimo alla sua base con tratti ferrosi al centro e nuovamente argilloso sulla sua sommità. Esposizione a Sud-Ovest. Coltivato a Vermentino e Monica.

Altitudine
--
Uve
Vermentino, Monica

Le Nostre TenuteBiesinna

Calcare bianchissimo in questo vigneto a 150 metri sul mare dalla cui sommità si gode di una incantevole vista sul Golfo di Cagliari.

Trova casa il Vermentino e il Monica con un età di circa venti anni.

Altitudine
150 metri s.l.m.
Uve
Vermentino, Monica

Le Nostre TenuteBenatzu Coloru

Un pendio anticamentoe coltivato e forse “le sabbie colorate” o “del serpente”, questa la traduzione del nome del vigneto di cinque ettari con esposizione Sud e poco distante dalla cantina ma ad un altezza leggermente inferiore, intorno ai 170 metri. Quì, su un terreno prevalentemente argilloso, trova spazio il Monica.

Altitudine
170 metri s.l.m.
Uve
Monica

Le Nostre TenuteSu Stani

E’ un vigneto quarantenne coltivato ad alberello e affacciato sul particolare, quanto raro stagno di acqua salata, a diciotto chilometri dal mare, habitat ideale di fenicotteri rosa.

L’esposizione a nord e Il terreno argilloso e calcareo sulla sommità della collina a circa 160 m. s.l.m. sono particolarmente indicati per la freschezza del Nuragus di questo vigneto.

Altitudine
160 metri s.l.m.
Uve
Nuragus

Le Nostre TenuteSanta Maria

Conosciuto anche Sa Corte e’perda… la corte delle pietre è una tra le più giovani vigne dell’azienda. Qui trova dimora la Malvasia Sarda e il suo carattere aromatico è esaltato dal terreno particolarmente ricco di pietre calcaree e basaltiche… il terreno confina con la famosa chiesa romanica di Santa Maria di Sibiola.

L’altezza media è di 160 m. asl per un vigneto che ha da poco superato i dieci anni.

Altitudine
160 metri s.l.m.
Uve
Malvasia Sarda

Le Nostre TenuteTerralbese

Nella parte meridionale della provincia di Oristano, al confine con quella di Cagliari, diversi anni fa, l’azienda ha puntato su un vitigno tradizionale della Sardegna ma soprattutto di quest’area ai piedi del massiccio di antica origine vulcanica del Monte Arci.

Sono tre gli appezzamenti di antico impianto e, nella stragrande maggioranza su piede franco e su sabbie profondissime (qualcuna con fondo vulcanico a Uras). Siamo quasi in spiaggia, l’altezza media quì è di 11 metri. Il mare sta a quattro chilometri.

Altitudine
11 metri s.l.m.
Uve
Bovale